informativachiudiQuesto sito utilizza cookie di profilazione, esclusivamente di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo acconsenti all'uso dei cookie.

Sacrale schiavitù a Maria

Sala del Regno di Maria

... Allo stesso modo ringrazio la Madonna
- sempre che sia possibile trovare parole sufficienti per farlo -
della grazia di aver letto e diffuso il Trattato della vera devozione a Maria
di San Luigi Maria Grignion di Montfort
e di essermi consacrato a Lei come schiavo perpetuo.

(Plinio Corrêa de Oliveira - Testamento Spirituale)

 


 

ANGELI A SERVIZIO DELL'UOMO-DIO E DELLA MADONNA

 

Madonna di Czestochowa

"Vedete quanta gloria! Creature che hanno le loro corone sorrette da angeli!"

 

In questa immagine della Madonna di Czestochowa vediamo il Bambin Gesù incoronato ed anche Lei cinta da una corona. Si può notare quattro piccoli angeli che sorreggono le corone, il che rappresenta una grande espressione simbolica. Innanzitutto, significa che tutte le corone sono sostenute dagli angeli come se indicassero dicendo: "Vedete, o grandi della Terra, se non fossimo noi a sorreggere le vostre corone, cosa ne sarebbe di esse, se persino il Re e la Regina dei cieli hanno le loro corone sostenute da noi?".

Un'altra idea, molto bella è questa: in tesi, Nostro Signore Gesù Cristo avrebbe potuto contrarre l'unione ipostatica [il Verbo di Dio incarnato nel seno purissimo della Vergine Santissima] con un angelo, e non con un essere umano. Infatti, la natura angelica sarebbe più degna dell'unione ipostatica a confronto con la natura umana, poiché l'angelo essendo puro spirito, è molto più elevato dell'uomo. Dio essendo puro spirito, di conseguenza sarebbe più degno che l'unione ipostatica si realizzasse in un angelo, e non in un essere umano.

Tuttavia, i teologi arguiscono che l'uomo essendo il punto di unione dei due elementi del Creato, la materia e lo spirito - con corpo ed anima - , e Dio avendo voluto onorare tutto il Creato, il Verbo si unì ipostaticamente alla natura umana nel seno purissimo della Madonna. In questo modo, Egli rese degni gli angeli, che sono puri spiriti, ma rese degna pure la materia.

Una volta che il Creato come un tutto veniva glorificato dall'unione ipostatica, ciò rese possibile agli angeli di servire gli uomini - servire l'Uomo-Dio e la Madonna, che è una pura creatura. Secondo molti teologi, fu questo che portò Lucifero a ribellarsi, quando invitato ad adorare l'Uomo-Dio che sarebbe venuto sulla Terra, e inoltre servire una creatura, che sarebbe stata la Madre di Dio. Lucifero si rifiutò e gridò "Non servirò!". Donde risultò la sua ribellione, seguita dagli angeli cattivi, che furono lanciati in inferno.

Essendo così, possiamo contemplare in questa immagine della Madonna di Czestochowa il significato della Contro-Rivoluzione angelica nel sostenere le corone che Satana voleva rovesciare. Vi si riscontra quindi una ricchezza di espressione e di teologia nella rappresentazione degli angioletti che sostengono con premura le due corone, come se stessero affermando: "Vedete che gloria! Sono delle creature che hanno le loro corone sorrette da noi!".

(Plinio Corrêa de Oliveira - 9 Settembre 1972 - Pubblicato sulla rivista "Catolicismo", Gennaio 2018 - Senza revisione dell'autore)

 

Vai all'indice "Sacrale schiavitù" »

 
 
 

Per contattarci: info@pliniocorreadeoliveira.it | Per iscriverti alla nostra newsletter clicca qui

Informativa cookie | Tutti i diritti sono riservati. Copyright © 2015 pxl - web sites