informativachiudiQuesto sito utilizza cookie di profilazione, esclusivamente di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo acconsenti all'uso dei cookie.

CHRISTUS VINCIT!

21/04/2019
 
CHRISTUS
VINCIT!

Sacrale schiavitù a Maria

Sala del Regno di Maria

... Allo stesso modo ringrazio la Madonna
- sempre che sia possibile trovare parole sufficienti per farlo -
della grazia di aver letto e diffuso il Trattato della vera devozione a Maria
di San Luigi Maria Grignion di Montfort
e di essermi consacrato a Lei come schiavo perpetuo.

(Plinio Corrêa de Oliveira - Testamento Spirituale)

 


 

UN FATTO CONOSCIUTISSIMO,
RISPLENDENTE, AMMESSO DA TUTTI, MA TRASCURATO

 

Immacolata

 

Tutto il mondo conosce il Messaggio. I cattolici nel mondo sono 500 milioni; diciamo che, di questi 500, per lo meno 400 hanno sentito parlare di Fatima. Ammettiamo che di questi 400 milioni, almeno 200 sanno qualcosa del significato anticomunista del Messaggio. Quindi si capisce che questi potrebbero aprire gli occhi e vedere cosa sta succedendo nel mondo di oggi, eppure...

Ad esempio i giornali: non fanno alcun richiamo al Messaggio di Fatima; d'altronde, nessuno impone loro di trattare questo argomento. Quindi, Fatima, con tutto ciò che ha realizzato come miracoli, grazie ed approvazioni della Chiesa è l'argomento che, giunta l'ora X, proprio l'ora X... viene trascurato. Dunque, possiamo attestare che il messaggio di Fatima è il messaggio omesso per eccellenza.

Come spiegare questa trascuratezza? Definiamone le caratteristiche: è l'oblio di un fatto conosciutissimo, risplendente, ammesso da tutti; ma un oblio che non è propriamente una dimenticanza, bensì un torpore, un intontimento dinanzi al fatto; quindi un'indifferenza, un'apatia.

 

fiammella

 

Il punto in cui la rivelazione di Fatima differisce dalle altre rivelazioni

Fatima differisce dalle altre rivelazioni in questo:

1° - È la prima apparizione della Madonna nella Storia, almeno per quanto ne so, in cui Lei causa terrore. (*)

2° - È l'unica rivelazione che conosco - tanto ammessa, accettata e stimata negli ambienti cattolici e persino dalla Gerarchia Ecclesiastica - che tratta non solo di un tema morale, il che è frequente nelle diverse rivelazioni, ma ne desume applicazioni al campo politico, facendo una illazione che ha molto in comune con la dottrina che, posteriormente, abbiamo tentato di esporre nel libro "Rivoluzione e Contro-Rivoluzione".

La successione di idee che la Madonna presenta all'umanità indica l'esistenza di una crisi morale, che in fondo è una crisi religiosa, e che questa crisi religiosa e morale sfocerà in una catastrofe politica. Quale sarà questa catastrofe politica da Lei profetizzata? La Russia diffonderà i suoi errori su tutta la Terra. Questa catastrofe sarà un castigo causato dall'immoralità e dall'irreligiosità degli altri popoli oltre alla Russia. Quindi vi si riconosce un nitido contenuto politico, perché chi crede in questa rivelazione non può non scorgere in essa due aspetti:

In primo luogo, come la rivelazione si è avverata.

In secondo luogo, come dobbiamo ammettere che la Russia è un flagello per il mondo, qualcosa di odioso perché simile a un criminale che Dio slega per fustigare i buoni. Sommato al fatto che qualsiasi illusione riguardo ad una coesistenza con questo flagello è una vera utopia, perché il flagello non è stato dato per coesistere con esso, ma è fatto per punire. Pertanto, qualsiasi coesistenza con esso è totalmente impossibile.

C'è tutto uno sdoppiamento di conseguenze politiche importanti a partire dalle rivelazioni di Fatima. Da queste si deduce, infatti, un intero contenuto politico; ed è a causa di questo contenuto che tali rivelazioni si differenziano da quelle anteriori. Per autenticare questa rivelazione dal contenuto politico, la Madonna a Fatima opera dei miracoli stupendi, come quello del sole che ballò diverse volte sotto gli occhi di centinaia di migliaia di persone, visto da diverse contrade ecc., ecc.

La rivelazione di Nostra Signora a Cova da Iria addita la crisi politico-morale-religiosa come l'elemento centrale del panorama del mondo di oggi. In quanto tale, dà alla nostra posizione contro-rivoluzionaria una straordinaria stabilità e ci pone a nostro agio di fronte a tanti milioni di cattolici che sembrano divagare e intontirsi dinanzi a questo fenomeno.

 

fiammella

 

Un altro aspetto curioso, che non ho ancora riscontrato in nessun'altra rivelazione - non dico che non vi sia stata, posto che non pretendo conoscerle tutte - è il fatto che si tratta di una manifestazione in cui la Madonna si presenta sotto tre successive invocazioni. Lei appare con le caratteristiche di Nostra Signora di Fatima, ma anche come il Cuore Immacolato di Maria nonché come la Madonna del Carmelo.

Per quale motivo queste invocazioni? Ne troviamo il fondamento nella rivelazione stessa. Infatti, la Vergine Maria dichiara: "Infine il mio Cuore Immacolato trionferà". Il che significa che vuole pervenire a un trionfo che equivarrà a un'enorme effusione di grazie, perché il cuore simboleggia la mentalità, la bontà e la volontà; e il Suo trionfo si adempierà dopo un castigo tremendo, attraverso un'enorme effusione di grazie: è il Regno del Suo Cuore che Lei annunzia.

Perciò, Lei come che contrassegna la devozione al Suo Cuore Immacolato, presentandosi proprio con queste caratteristiche in una delle Sue visioni, affinché la si capisca, nonché per incitare alla devozione al Cuore Immacolato di Maria.

Ma perché in una delle invocazioni si presenta come Madonna del Carmelo? Questo punto non è molto chiaro. Quale rapporto avrebbe l'invocazione del Carmelo con i tempi che verranno, durante i quali il suo Cuore trionferà? C'è qualche ruolo del Carmelo, qualche missione del Carmelo in tutto ciò?

(Plinio Corrêa de Oliveira - Sinossi dei commenti fatti in tre date diverse: 13/5/1965; 25/11/1974; 15/7/1985)

 

fiammella

 

(*) A questo proposito, vale la pena aggiungere il seguente estratto dal diario inedito di Suor Lucia, intitolato "Um caminho sob o olhar de Maria" [Un cammino sotto lo sguardo di Maria] pubblicato dal Carmelo di Coimbra.

(...) Verso le 16 del 3 gennaio 1944, nella cappella del convento, davanti al tabernacolo, Lucia chiese a Gesù di farle conoscere la sua volontà: "sento allora che una mano amica, affettuosa e materna mi tocca la spalla".

È "la Madre del Cielo" che le dice: "stai in pace e scrivi quello che ti comandano, non però quello che ti è stato dato di comprendere del suo significato", intendendo alludere al significato della visione che la Vergine stessa le aveva rivelato.

"Subito dopo - dice suor Lucia - ho sentito lo spirito inondato da un mistero di luce che è Dio e in Lui ho visto e udito: la punta della lancia come fiamma che si stacca, tocca l'asse della terra ed essa trema: montagne, città, paesi e villaggi con i loro abitanti sono sepolti. Il mare, i fiumi e le nubi escono dai limiti, traboccano, inondano e trascinano con sé in un turbine, case e persone in un numero che non si può contare, è la purificazione del mondo dal peccato nel quale sta immerso. L'odio, l'ambizione, provocano la guerra distruttrice. Dopo ho sentito nel palpitare accelerato del cuore e nel mio spirito una voce leggera che diceva: 'nel tempo, una sola fede, un solo battesimo, una sola Chiesa, Santa, Cattolica, Apostolica. Nell'eternità il Cielo!'. Questa parola 'Cielo' riempì il mio cuore di pace e felicità, in tal modo che, quasi senza rendermi conto, continuai a ripetermi per molto tempo: il cielo, il cielo!".

 

Scudo

 

Vai all'indice "Sacrale schiavitù" »

 
 
 

Per contattarci: info@pliniocorreadeoliveira.it | Per iscriverti alla nostra newsletter clicca qui

Informativa cookie | Privacy policy | Tutti i diritti sono riservati. Copyright © 2015 pxl - web sites