informativachiudiQuesto sito utilizza cookie di profilazione, esclusivamente di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo acconsenti all'uso dei cookie.

Encomi ed Avalli

DAL CARDINALE ALFONS M. STICKLER, SDB
AL PROF. PLINIO CORRÊA DE OLIVEIRA

 

Alfons M. Card. Stickler S.D.B.

SCV, Festa di San Giuseppe 1993

Illustrissimo Signor Professore,

La ringrazio sentitamente del gentile dono della sua opera "Nobiltà ed élites tradizionali analoghe nelle allocuzioni di Pio XII al Patriziato ed alla Nobiltà Romana" che mi è stata trasmessa nella traduzione italiana.

Essa mi ha colpito per vari motivi: innanzitutto per la sua opportunità in quanto costituisce la riproposizione degli insegnamenti del grande Papa Pacelli sull'argomento in un momento storico-culturale in cui l'accanimento antinobiliare, cagionato nel mondo intero dalla Rivoluzione Francese, sembra diminuire ovunque.

In secondo luogo l'opera, di fronte alla decadenza dei valori anche solo naturali, ma più ancora di quelli cristiani in tutto il mondo, susciterà ovunque e in molti cuori il desiderio che delle élites nobiliari le quali nei secoli passati hanno avuto un ruolo importante e spesso determinante nel tener alti questi valori attraverso la loro vita ed attività, tornino a dare questi esempi all'umanità che ne ha urgente e supremo bisogno.

Un terzo motivo risulta dalle sue considerazioni che mi paiono di estrema attualità; che si formino cioè, accanto alle nobiltà ed élites di sangue, delle nobiltà ed élites di spirito e di animo che, associandosi ed organizzandosi tra le tante anime nobili che ovunque esistono, assumano in tutto il mondo le funzioni di esempio e di guida per un ordine naturale e perenne delle cose, sia a sostegno delle nobiltà di sangue ancora esistenti e riemergenti, sia a sostituzione di quelle che non sanno reagire efficacemente a decadenze che si palesano proprio ai giorni nostri in più di un caso.

Lei, avvalendosi di una ampia e sicura documentazione, realizza nel Suo libro una fine analisi della molto complessa realtà socio-politica odierna e, commentando con grande rigore di logica i luminosi insegnamenti di Papa Pacelli, fa vedere quanto egli ed i suoi successori fino a Giovanni Paolo II continuano ad attendersi dalla nobiltà ancora esistente e dalle élites analoghe da crearsi per l'elevazione religiosa, morale e culturale del mondo.

Perciò mi rallegro, illustre Professore, di questo libro e ne auguro una larga diffusione per suscitare, sostenere e costruire una profonda e vasta sensibilità per questo eccellente strumento di ricreazione di una sana etica naturale e di una rivissuta moralità religiosa cristiana che porti tutta l'umanità a quella pace, prosperità e felicità che solo gli autentici e genuini valori possono realizzare e garantire.

A questi miei auguri aggiungo fervide preghiere al Signore e alla Madre della Chiesa, affinché La sostengano nell'opera tanto benefica quanto angosciosamente attuale nel tempo che viviamo.

Suo in Cristo
Alfons M. Card. Stickler S.D.B.

 

Dati biografici di S.E. il Cardinale Stickler

 

Alfons M. Card. Stickler S.D.B.

 

Il Cardinale Alfons Stickler S.D.B., nacque a Newenkirchen, Austria, nel 1910. Ancora molto giovane entrò nella Congregazione Salesiana, facendo i suoi primi studi di Filosofia e Teologia in Austria e Germania e specializzandosi più tardi in Diritto Canonico a Roma nelle Facoltà di San Apollinare e Lateranense. La sua particolare vocazione allo studio delle scienze giuridiche lo avviò all'insegnamento nel Pontificio Ateneo Salesiano, prima a Torino e poi a Roma. Padre Stickler è stato primo decano della Facoltà di Diritto Canonico e in seguito rettore dell'Ateneo dal 1958 al 1966.

Ponendo al servizio della Santa Sede le sue spiccate doti accademiche, Padre Stickler - dopo aver diretto il Pontificio Istituto di Alte Scienze Latine - fu nominato Prefetto della Biblioteca Vaticana, istituzione che per la ricchezza dei suoi tesori bibliografici non conosce uguale nel mondo. Nel 1983, S.S. Giovanni Paolo II lo elevò alla dignità episcopale e, poi, nel crearlo cardinale lo fece Bibliotecario e Archivista di Santa Romana Chiesa, carica che dai suoi inizi nel secolo XVI è stata ricoperta da grandi figure ecclesiastiche. Il Cardinale Stickler ha svolto questa funzione fino al 1988. Fra le sue importanti responsabilità conviene segnalare quella di avere partecipato alla Commissione incaricata della stesura del nuovo Codice di Diritto Canonico.

 

Vai all'indice "Encomi ed Avalli" »

 
 
 

Per contattarci: info@pliniocorreadeoliveira.it | Per iscriverti alla nostra newsletter clicca qui

Informativa cookie | Privacy policy | Tutti i diritti sono riservati. Copyright © 2015 pxl - web sites